Costa Rica : il perchè di un viaggio mancato




Per la serie delusioni in viaggio...
Programmando il nostro viaggio in Perù avevamo ben pensato di passare anche una settimana in Costa Rica, già che sei lì... 
Così per la prima volta dopo parecchi anni abbiamo deciso di rivolgerci a un'agenzia viaggi della nostra città per i diversi voli aerei. 
Tutto perfetto fino a quando abbiamo preparato il nostro bel bagaglio a mano e siamo andati all'aeroporto di Lima pronti per la nostra vacanza caraibica... e non ci hanno lasciati partire. 
Motivo? Chi sosta in Perù anche per un solo giorno e vuole poi spostarsi in Costa Rica deve obbligatoriamente vaccinarsi almeno dieci giorni prima contro la febbre gialla.
Ora, io sono favorevolissima ai vaccini , ma solo per quelle malattie ancora purtroppo presenti in Italia (vedi meningite e morbillo) ; non esiste che vaccini mio figlio di 2 anni per il rischio di una malattia tropicale che potrebbe forse incontrare una volta ogni chissà quanti decenni... non è che andiamo oltreoceano tutti i mesi. 

Non sto a raccontare l'arrabbiatura e la delusione che abbiamo provato li davanti al check-in ne' che casino è stato trovare un albergo in tempi record per una notte all' addiaccio con un bambino piccolo. 
È stata un'avventura che ci servirà da lezione ma la cosa che sinceramente mi fa più arrabbiare è che l'agenzia che avevamo incaricato delle prenotazioni se ne è completamente lavata le mani, dicendoci non solo che il suo compito era  quello di prenotare biglietti e nient'altro(!!!), ma anche che ci stavamo inventando tutto e che non c'erano precauzioni sanitarie per viaggiare in Sudamerica!!
Onestamente, nessuno prima mi aveva mai presa per un ladro, non miro certo a farmi rimborsare una vacanza quando in realtà l'ho fatta, non mi verrebbe neanche mai in mente!
Per carità, anche noi viaggiatori abbiamo il sacrosanto dovere di informarci, ma tu agenzia allora che cosa ci stai a fare?? Se servi solo a vendere biglietti oggi sei inutile, visto che c'è internet! Credo che un'agenzia abbia innanzitutto il dovere di informare e aiutare, è pagata per questo.
E comunque ho sempre pensato che chi sceglie di lavorare al pubblico debba farlo consapevolmente e con una certa educazione: nel momento in cui ti chiudi a riccio e non senti ragioni, e tra l'altro mi dai della bugiarda, dimostri senza dubbio di aver sbagliato mestiere, e di sicuro con me hai chiuso .
Inutile dire che ho sconsigliato quell'agenzia a tutti i miei amici.

Non pensiate che voglia generalizzare, ho viaggiato in passato con agenzie (vedi il mio primo viaggio in India o il mio viaggio di nozze in Perù , dove tra l'altro l'agenzia a cui ci rivolgemmo commise un errore con il bagaglio e ci rimborsò il danno)ed è andato tutto bene, ma questa esperienza mi ha lasciato con l'amaro in bocca e con un bel po' di soldi in meno in tasca.

Per la cronaca, il Costa Rica richiede la vaccinazione non solo per chi proviene dal Perù ma anche da svariati paesi dell'Africa e mi sembra pure dal Brasile. Informatevi sempre per conto vostro e non date mai per oro colato quello che vi dicono gli altri (me compresa, per carità!!), ne va della vostra felicità di viaggiatori!

Commenti

  1. Cavolo :-( chissà che nervi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si... tanti... e tanta delusione purtroppo, chissà quando mi ricapiterà di poterci andare!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari