Cosa vedere a Vipiteno


Vipiteno è una delle mie mete abituali ogni volta che vengo in montagna e quest'anno l'abbiamo scelta come meta di soggiorno vero e proprio,soprattutto perché è un luogo strategico per raggiungere i posti che ci eravamo prefissati di vedere , vista la sua vicinanza al confine.



Vipiteno è un piccolo centro che si può tranquillamente girare in un paio d'ore camminando con tutta calma.


Lasciata la macchina in uno dei parcheggi a pagamento più vicini al centro ( in alternativa ce n'è uno gratuito all'ingresso della città, vicino al supermercato Eurospar) ci dirigiamo in Via Città Nuova.



Tutto il corso è un dedalo di negozietti di abbigliamento, souvenir e ristorantini.



Le facciate delle case e degli alloggi hanno tutte le loro caratteristiche insegne in ferro battuto, e sono variamente dipinte : queste caratteristiche indicavano il tipo e la qualità di ogni alloggio.


Sulla destra si trova il bel palazzo del municipio, costruito tra il 1400 e il 1500 , e a un passo la statua di Giovanni Nepomuceno : è un santo venerato come protettore in caso di alluvioni e inondazioni poiché si narra che venne fatto annegare dal re di Boemia per non aver voluto rivelare il segreto di confessione della regina. Il monumento venne eretto nel 1739 per scongiurare il pericolo di allagamenti.


Di fronte a noi la bellissima Torre delle Dodici che divide il corso in due.



Dall'altro lato c'è una bella piazzetta con locali e tavoli all'aperto e tanti altri negozietti e pasticcerie lungo la via chiamata via Città Vecchia.



Ci sono anche parecchie panetterie e pasticcerie in cui comprare pretzel e strudel intero o a fette: secondo noi uno buonissimo lo fanno da Pardeller.





Il giro del centro di Vipiteno finisce qui, ma potreste continuarlo con una bella visita a castel Tasso , un castello che a noi è piaciuto tantissimo , bellissimo nella sua completa diversità da Neuschwanstein e di cui vi parlerò nel prossimo post!


Commenti

Post più popolari